CINEMA

I SOGNI SOSPESI DI MANUELA TEMPESTA VINCE IL “GOLDEN EARTH”

Il cortometraggio ha vinto il premio come Miglior film al femminile Natura Madre.

Views

Nuovo importante riconoscimento per la regista Mauela Tempesta nella Terza Edizione del CittadellaGeoFilmFestival .

 

 

Si è conclusa sabato 21 Novembre la serata finale della Terza Edizione del CittadellaGeoFilmFestival “Speciale 800 anni”, una manifestazione internazionale durata un anno che ha ricevuto oltre 5.600 film da 70 paesi nel mondo. I film proiettati sono stati 270 e decine di migliaia sono stati i voti pervenuti per i progetti in concorso.

Tra le opere premiate, il cortometraggio “I sogni sospesi”, della regista Manuela Tempesta, ha vinto il “Golden Earth” come Miglior film al femminile Natura Madre.

Il cortometraggio racconta la storia di Marlène (interpretata da Melania Dalla Costa), un’inquieta artista francese che esprime il suo talento creativo dipingendo, con il corpo nudo, una tela bianca appesa in un casolare. La ragazza è fuggita dal suo paese d’origine insieme a sua sorella Sophie (interpretata da Francesca Luce Cardinale), che cerca di starle sempre vicino e la sostiene giorno dopo giorno. Il loro passato, però, è segnato da un terribile segreto…Un evento accaduto tempo prima che le ha profondamente segnate, costringendole a scappare in Italia Le due sorelle si nascondono in un mulino in mezzo alla campagna, mangiano ciò che trovano, si lavano nel fiume. Una mattina, i frammenti della memoria riemergono nella mente di Marlène e la verità viene alla luce: Marlène è stata vittima di una brutale violenza fisica proprio dal suo più grande amore ed è riuscita a salvarsi solo grazie all’aiuto di Sophie, che ha colpito l’uomo alle spalle. Eppure, il passato sembra non volerla lasciare in pace e torna a cercarla…Un’oscura presenza maschile, ovvero il marito di Marlène (interpretato da Giovanni Maria Buzzatti) inizia a pedinare le due sorelle …Fino a quando l’uomo entra nel mulino e aggredisce di nuovo Marlène, tentando di violentarla…Ma questa volta non la farà franca…questa volta pagherà per tutto il male che ha fatto…Alla fine, nello stesso fiume in cui ha cercato di togliersi la vita, Marlène s’immerge nell’acqua per purificarsi e per ritrovare se stessa, la sua vita, perchè “tutto continuerà a scorrere, come l’acqua del fiume”.

Con queste parole, Manuela Tempesta (regista e cosceneggiatrice dell’opera) ha commentato la notizia della vittoria del Premio al CittadellaGeoFilmFestival:

Sono davvero felice che il mio corto abbia vinto questo premio, soprattutto perché la notizia è giunta in questa settimana, dove l’attenzione mediatica- nonostante il periodo difficile che il mondo sta attraversando- è dedicata anche alle donne e alla lotta contro le violenze che subiscono. Purtroppo, per una donna è ancora molto difficile farsi strada e deve lottare ogni giorno per i propri diritti e la propria liberta, ma sono certa che un premio come questo sia un altro passo avanti nel riconoscere che un’opera al femminile abbia un contenuto importante e un valore artistico. Non posso non citare e non ringraziare Rocco Cosentino, il Direttore del CittadellaGeoFilmFestival, per aver portato avanti con successo una manifestazione così impegnativa e piena di scambi culturali ma, soprattutto, vorrei ringraziare i miei compagni di viaggio durante e dopo le riprese del corto, a partire dalle mie coraggiose e bravissime attrici Melania Dalla Costa e Francesca Luce Cardinale, ma anche l’attore Giovanni Maria Buzzatti. Un ringraziamento speciale mi sento di farlo a Daniela Mancinelli, che ha montato il corto, e a Luca Ciuti, che ne ha curato la fotografia.

Il sostegno, infine, mi è giunto da numerose associazioni e dal Cineforum Italiano, sempre attento a seguire e a sostenere le opere sociali. Il Direttivo mi è stato sempre accanto e mi ha incoraggiato ad andare avanti nel mio percorso registico, così come ha fatto il Presidente del CINIT Massimo Caminiti.

Ai miei amici e ai miei collaboratori dedico questo premio e li invito a combattere insieme contro le diseguaglianze sociali e di genere, come quelle, appunto, che riguardano le donne. La lotta contro la violenza deve essere costante, non dobbiamo ricordarcene solo il 25 novembre.”

La premiazione della Terza Edizione del CGeOFF (CittadellaGeoFilmFestival) ci sarà nei prossimi mesi ma, intanto, l’organizzazione è già pronta per cominciare a lavorare su una nuova edizione.

 

 

 

TRAILER

 

 

 

Redazione
the authorRedazione
iMOVIEZ Magazine
Per pubblicare un articolo o un annuncio inviare una mail a redazioneimoviez@gmail.com- iMOVIEZ magazine non ha nessun rapporto con le aziende e i privati che segnalano i casting, la redazione esercita un'azione di monitoraggio sui contenuti pubblicati sul nostro sito, ma non possiamo garantire la correttezza e l'affidabilità di annunci pubblicati/segnalati da terzi o prelevati da altre fonti. Invitiamo i nostri utenti a prestare sempre massima attenzione e a segnalarci eventuali problemi in merito a questo o altri annunci, inviandoci una e-mail."