SERIE TV

“LO STATO DELL’UNIONE”, DIECI SCENE DA UN MATRIMONIO NELL’ACCLAMATA SERIE SCRITTA DA NICK HORNBY E DIRETTA DA STEPHEN FREARS

Interpretata da Rosamund Pike e Chris O’Dowd, la serie vincitrice di 3 Emmy Awards

Views

La miniserie racconta la vita e l’amore al tempo della Brexitattraverso dieci irresistibili conversazioni tra i coniugi in crisi Louise e Tom.

 
Una coppia seduta al tavolo di un pub, un bicchiere di birra per lui, un bicchiere di vino per lei: dieci incontri a cadenza settimanale prima della consueta seduta dal consulente matrimoniale per dieci conversazioni ironiche, pungenti, a tratti tenere e appassionate, sul proprio rapporto in crisi. È questo lo spunto dell’innovativa e acclamata miniserie, vincitrice di 3 Emmy, “Lo Stato dell’Unione”, scritta da Nick Hornby e diretta da Stephen Frears, che arriva in esclusiva per l’Italia su laF (Sky 135) mercoledì 12 febbraio alle 21.10.
“Abbiamo milioni di cose di cui parlare. Il tuo lavoro. Il mio lavoro. Le difficoltà di nostro figlio a scuola. La morte di tua madre. Porca miseria. A pensarci, è come la Brexit: due anni di chiacchiere solo per identificare i problemi”.
 
“La Brexit comunque è una specie di divorzio”.
Dieci mini episodi per dieci “scene da un matrimonio” ai tempi della Brexit, proposti in un’unica serata sulla TV di Feltrinelli nella settimana di San Valentino per ripercorrere la storia della gerentologa Louise e del critico musicale disoccupato Tom, sposati da molti anni e convinti di avere una relazione solida, finché un “piccolo sbaglio” li spinge sull’orlo della rottura. I due si incontrano ogni settimana in un pub di Londra qualche minuto prima di entrare nello studio del proprio terapista di coppia (che non si vede mai) e si confrontano sui problemi della loro relazione attraverso i dialoghi scritti da uno degli autori più significativi della letteratura inglese, lo scrittore e sceneggiatore Nick Hornby (autore di bestseller come Febbre a 90’, Alta fedeltà, Un ragazzo, due volte nominato all’Oscar per le sceneggiature di An Education e Brookling) che – dopo il film Alta Fedeltà del 2000 con John Cusack – torna a lavorare con l’acclamato regista ed amico Stephen Frears (Philomena, Florence, Vittoria e Abdul, due volte nominato all’Oscar come Miglior regista per Rischiose Abitudini e per The Queen – la Regina).
A interpretare i due coniugi Louise e Tom, gli attori Rosamund Pike (Orgoglio e pregiudizio, An education, We want sex, nominata all’Oscar e ai Golden Globe come Miglior attrice protagonista per L’amore bugiardo – Gone Girl) e Chris O’Dowd (The IT Crowd, I Love Radio Rock, Le amiche della sposa, celebre per il ruolo del sicario Miles Daly nella serie cult Get Shorty).  Trasmessa da Sundance TV e successivamente da BBC, vincitrice di 3 premi ai Primetime Emmy Awards 2019 (Miglior serie, Miglior attore e Migliore attrice nella categoria Short form Series), la serie sfrutta l’innovativo formato breve per portare sullo schermo le sfide dell’amore di lunga durata nella società contemporanea, in un fitto e divertentissimo botta e risposta, fra metafore mediche che vedono il matrimonio come un paziente moribondo e analogie sportive tra la vita sessuale e le prestazioni di un centometrista, per raccontare in modo ironico ma anche profondo la vita coniugale ai giorni nostri. La sceneggiatura della serie è stata pubblicata nell’omonimo libro, uscito anche in Italia (Lo Stato dell’Unione, Guanda, 2019) definito dal The New York Times: “Acuto. Esilarante. Una scrittura che sa emozionare”.
“Lo Stato dell’Unione” (The State of Union) è una serie in 10 episodi da 10 minuti circa, scritta da Nick Hornby, diretta da Stephen Frears e intepretata da Rosamunde Pike e Chris O’Down, in onda su laF (Sky 135) in esclusiva tv per l’Italia, mercoledì 12 febbraio 2020 alle 21.10 in un’unica serata e disponibile su SkyGo e Sky On Demand.

 

 

 

laeffe.tv

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Redazione
the authorRedazione
iMOVIEZ Magazine
Per pubblicare un articolo o un annuncio inviare una mail a redazioneimoviez@gmail.com - iMOVIEZ magazine non ha nessun rapporto con le aziende e i privati che segnalano i casting, la redazione esercita un'azione di monitoraggio sui contenuti pubblicati sul nostro sito, ma non possiamo garantire la correttezza e l'affidabilità di annunci pubblicati/segnalati da terzi o prelevati da altre fonti. Invitiamo i nostri utenti a prestare sempre massima attenzione e a segnalarci eventuali problemi in merito a questo o altri annunci, inviandoci una e-mail."