FESTIVAL & RASSEGNE

OPERAZIONE PAURA dal 24 al 27 Maggio

Views
 
 

Il cinema dell’orrore è spesso associato ad un’eccessiva violenza e a scarsa qualità artistica, relegato a genere di serie B, forse a causa dei molti sotto-generi che, più che spaventare l’audience, puntano a scioccarlo e a  rovocare fastidio e ripugnanza. Ma il cinema horror puro è la paura dell’ignoto, nato con il fantastico e con il romanzo gotico. L’Italia svolge un ruolo predominante negli anni ’60 e ’70 con le opere di autori che sono diventati maestri indiscussi per registi come Quentin Tarantino, John Landis e John Carpenter: film che sono divenuti pellicole di culto e modelli da seguire. Gli stessi Lucio Fulci e Mario Bava durante la loro carriera, hanno collaborato con professionisti doc, quali Federico Fellini, Steno e Mario Soldati. Negli ultimi anni il genere sta vivendo un momento particolare con una massiccia produzione di pellicole di ottimo livello in Europa (soprattutto in Francia, Spagna e nei Paesi Scandinavi) e nel mondo, oltre alla riscoperta, da parte di cineteche e enti di restauro, di film d’autore che sono divenuti oggetto di studi internazionali.

L’Italia ultimamente risulta essere una fucina di opere minori, spesso corto o mediometraggi, ad opera di giovani cineasti ed appassionati, che seguono la scia dei grandi autori internazionali del presente e quelli storici italiani; una parte consistente di questi prodotti sembra inoltre provenire dalla Toscana dove giovani cinefili si occupano con passione della produzione di opere filmiche a 360° (ad esempio gli Empolesi Marco Ristori e Luca Boni, che con il loro Eaters hanno ottenuto consensi in tutta Europa e stanno lavorando al secondo lungometraggio assieme al regista Uwe Boll e al laboratorio Crea Fx di Scandicci).

   

L’Associazione B-Side si propone di organizzare una rassegna dedicata alla (ri)scoperta del genere horror in Italia, con un percorso storico mirato a coinvolgere le opere dell’origine e le ultime produzioni e a trattare le influenze dettate/subite da questo in campo italiano ed estero, e ad operare una sorta di rivalutazione del Genere, nel suo più classico significato e nella sua accezione autoriale, mostrare le maestranze e il grande lavoro artigianale antecedente alla visione sullo schermo. Il titolo stesso è un omaggio all’opera omonima di Mario Bava realizzata nel 1966. Il target della rassegna è giovane ma non solo: le proiezioni (in pellicola e in dvd ) e gli incontri, nonché gli eventi collaterali, sono rivolti ad un pubblico di tutte le età, e ai cosiddetti puristi del genere.

PROGRAMMA

Durata della rassegna: 4 giorni, dal giovedì alla domenica.

Periodo definitivo: 24/27 maggio 2012

Spazi: Scuderie Granducali e Palazzo Mediceo, Seravezza (LU)

 
 

Sarà ritagliato uno spazio mattutino nei giorni di venerdì e sabato per presentare due opere d’autore rivolte agli studenti delle scuole superiori, introdotte da una breve lezione di cinema, curata dai collaboratori della rassegna. Nel pomeriggio si concentrerano diversi appuntamenti: proiezione di cortometraggi di genere realizzati da giovani film-makers tra il 1 gennaio 2009 e il 1 gennaio 2012; incontri con autori, registi, tecnici che lavorano o hanno lavorato nel cinema di genere in Italia; mostre fotografiche/artistiche, presentazioni di libri, live performance. Sabato e domenica pomeriggio si prevede la proiezione pomeridiana di due classici del genere. Durante la serata finale si svolgerà un evento di gala alla presenza di registi, tecnici di settore e verrà tributato un omaggio ad una pellicola storica nell’anniversario dell’uscita nelle sale.

 
 

B-SIDE – Associazione Promotrice della Rassegna

Siamo un gruppo di giovani che si occupano di arte, cinema e comunicazione a tutto tondo, provenienti dalla Versilia e dalla vicina Livorno. Collaboriamo con Festival Cinematografici e Teatrali, nel campo della comunicazione e della grafica. Accomunati dalla passione per la settima arte ci dedichiamo ad eventi culturali di vario genere; formiamo una squadra assolutamente completa e compatta per la cura e la gestione di rassegne e manifestazioni, per questo ci siamo riuniti nell’Associazione B-Side.

In questa complessa missione ci sosterranno alcuni importanti professionisti e esperti del settore, come scrittori, autori e critici cinematografici, che abbiamo avuto l’onore di conoscere nei festival e negli eventi a cui abbiamo partecipato, tra cui Filippo Mazzarella, Andrea Bruni, Roberto D’Onofrio e Lorenzo Ricciardi.

La programmazione è, ovviamente, ancora in fase di definizione e ciò nonostante abbiamo già avuto alcune importanti conferme per quanto riguarda gli ospiti e altri sono in via di conferma definitiva. Tra gli eventi collaterali avremo un tributo al cinema dell’orrore classico e storico made in UK e USA, e una mostra di locandine e foto originali dei film italiani; inoltre il regista Ivan Zuccon ci regalerà un’anteprima del suo nuovo film, Wrath of the crows. Stiamo lavorando per ottenere delle importanti partnership con altre realtà legate al genere e nel mese di febbraio saremo in grado di darvi qualche altro nome.

Per ringraziarvi delle donazioni abbiamo pensato a delle ricompense legate proprio alla rassegna; le donazioni vanno da un minimo di 5 euro, e progressivamente contemplano le ricompense che costituiscono nell’insieme il kit del perfetto “orrorofilo”: si va dai ringraziamenti che verranno inseriti sul sito web e sulla brochure informativa, passando per il pass per l’ingresso durante tutti i 4 giorni, al merchandise ufficiale (pins e borsine con il logo O’Paura) fino a delle agevolazioni per chi potrà partecipare alla rassegna e vorrà fermarsi, per i pernottamenti e per i pasti in luoghi convenzionati a Seravezza e dintorni.Per coloro che effettueranno una donazione ma non potranno partecipare provvederemo a spedire via posta prioritaria le ricompense.

Le Location

La splendida cornice di Palazzo Mediceo e lo spazio antistante, prossimo alle Scuderie Granducali di Seravezza (LU) recentemente restaurate, fanno della location scelta per Operazione Paura, un luogo assolutamente unico e affascinante per fruire le proiezioni e gli eventi della rassegna; all’interno dei luoghi preposti troviamo infatti un grande salone espositivo, una sala per le proiezioni e uno spazio per gli incontri e le conferenze. Seravezza è facilmente raggiungibile in auto e in autobus, la più vicina Stazione Ferroviaria è a Forte dei Marmi/Querceta e dista circa 3km.

Redazione
the authorRedazione
iMOVIEZ Magazine
Per pubblicare un articolo o un annuncio inviare una mail a redazioneimoviez@gmail.com - iMOVIEZ magazine non ha nessun rapporto con le aziende e i privati che segnalano i casting, la redazione esercita un'azione di monitoraggio sui contenuti pubblicati sul nostro sito, ma non possiamo garantire la correttezza e l'affidabilità di annunci pubblicati/segnalati da terzi o prelevati da altre fonti. Invitiamo i nostri utenti a prestare sempre massima attenzione e a segnalarci eventuali problemi in merito a questo o altri annunci, inviandoci una e-mail."  
error: Contenuto protetto