Attori/ici

ENRICA GUIDI, LA TIZIANA DE “I DELITTI DEL BAR LUME”, INTERVISTATA PER iMOVIEZ MAGAZINE

Views
 
 

“Sono curiosa di misurarmi anche con questo genere di produzioni; mi piacciono molto le opere prime e il ruolo della professoressa che avrò nel film di Gelli e Catarcioni mi attira; per questo ho detto subito di sì”. Così si è espressa Enrica Guidi, toscanissima, al nostro ufficio stampa. La Tiziana de “I Delitti del BarLume”, la fortunata serie televisiva tratta dai romanzi dello scrittore pisano Marco Malvaldi e andata in onda con successoimages su Sky. Attualmente Enrica è impegnata sul set all’Elba a girare la seconda serie de I Delitti del BarLume, sempre a fianco di Filippo Timi e dei “diabolici vecchietti”, senza però la presenza del grande Carlo Monni, nel frattempo deceduto. Tra l’Elba e Fucecchio, con l’intermezzo di San Miniato, Enrica Guidi ha deciso dunque di fare una tappa nel film Bomba Libera Tutti. Una presenza importante, in quanto sarà la prof di punta nel film di Alessandro Gelli e Mattia Catarcioni, sceneggiato da Sauro Benvenuti.
“E’ stata una cosa buffa: mi sono presentata al provino all’ultimo tuffo: venivo da Roma e avevo deciso di passare a salutare i miei e di proseguire poi per Fucecchio, ma nei pressi di Livorno, il quadro dell’auto segnava spia rossa al motore, ho dovuto fermarmi e farmi raggiungere da mio padre che finalmente mi ha accompagnata al provino”.

   

Come e’ stato l’impatto con il trio gelli catarcioni benvenuti?
E’ andata bene. Tra toscani ci si intende subito e io adoro girare in Toscana .

 
 

E allora con filippo timi, il tuo partner nei delitti del barlume?
Beh, Filippo è un grande attore, un istrione del palcoscenico, con lui non può che andar bene. Anzi sono molto orgogliosa e fortunata di aver debuttato al suo fianco.

Ti piacerebbe girare un film con registi toscani?
Come no? La maggior parte dei registi toscani sono di spessore internazionale e avere l’opportunità di lavorare con uno di loro sono certa che mi darebbe grandi soddisfazioni e se Roberto Benigni tornasse dietro la cinepresa quel giorno vorrei esserci anch’io.

Torniamo al film…
Bel tema, perché il fenomeno del bullismo è tristemente attuale e ormai troppo diffuso nelle scuole soprattutto tra gli adolescenti. Ricordo che era già presente quando anch’io frequentavo le scuole medie e credo che un po’ tutte le giovani generazioni, sotto forme diverse, lo abbiano attraversato. E’ bene che il problema del bullismo diventi il tema di una discussione in famiglia e a scuola, di un romanzo, di un film, perché è urgente arginare questo fenomeno estremamente negativo con tutti i mezzi espressivi di cui disponiamo al fine di educare i giovani al rispetto dei valori e della convivenza civile.

Enrica come ti e’ nata la passione del cinema?
images.jpg3E’ una passione che ho coltivato fin da bambina ma che non trovava la giusta via per esprimersi.Fin da piccola ho cominciato a frequentare corsi di danza; ad un saggio di fine anno avevo interpretato il personaggio di Pinocchio, successivamente avevo visto sia il film di Luigi Comencini sia il Pinocchio di Carmelo Bene a teatro: lì ho capito che l’espressione del corpo si sarebbe potuta arricchire e completare con quella della parola. Avevo, però, anche una grande passione per gli sport e così ho scelto la strada per me più facilmente praticabile: mi sono iscritta a Firenze in Scienze Motorie, ho conseguito la laurea e subito dopo mi sono trasferita a Roma cominciando a studiare di nuovo.

E come?
Ho frequentato corsi di dizione, di recitazione, di metodo e attualmente frequento un master di doppiaggio che ho dovuto interrompere per i Delitti del BarLume.

Quando il primo ciak nel film di gelli-catarcioni-benvenuti?
Se non ci sono cambiamenti, arriverò dall’Elba a Fucecchio il 19 luglio.

Enrica, ma i toscani hanno una marcia in piu’?
Credo che i Toscani abbiano dei tratti che li accomunano e che diventano un tesoro che si portano dentro ovunque: quell’ironia, ma soprattutto quell’autoironia che facilitano l’approccio e la comunicazione.

Progetti futuri?
Questo film per me è già futuro. A fine estate, quando avrò terminato all’Elba, girerò un corto a Castiglioncello con il regista Valerio Groppa.

 

Redazione
the authorRedazione
iMOVIEZ Magazine
Per pubblicare un articolo o un annuncio inviare una mail a redazioneimoviez@gmail.com- iMOVIEZ magazine non ha nessun rapporto con le aziende e i privati che segnalano i casting, la redazione esercita un'azione di monitoraggio sui contenuti pubblicati sul nostro sito, ma non possiamo garantire la correttezza e l'affidabilità di annunci pubblicati/segnalati da terzi o prelevati da altre fonti. Invitiamo i nostri utenti a prestare sempre massima attenzione e a segnalarci eventuali problemi in merito a questo o altri annunci, inviandoci una e-mail."
error: Contenuto protetto