CORTOMETRAGGI

BASTARD SERIAL KILLER! KILL! KILL! di Antonio Zannone

Views
 
 

Bastard serial killer! Kill! Kill! di Antonio Zannone, è uno dei primi cortometraggi prodotti della APC . Dopo essersi finto morto, un pericoloso criminale evade dall’ospedale giudiziario in cui è rinchiuso, e si mette immediatamente alla ricerca di cinque milioni di euro, frutto delle allegre scorrerie sue e della sua banda, che proprio prima di finire in prigione era riuscito a nascondere. L’evaso è, però, all’oscuro del fatto che nella casa fatiscente, vicina al posto in cui fu seppellito il malloppo, vive uno spietato cannibale insieme alla sorella ( cuoca di manicaretti a base di cadaveri) e suo figlio, sorta di uomo primitivo, legato in catene in cantina.Il corto è un gioco di citazioni continue, il titolo è un dichiarato omaggio a Faster, Pussycat! Kill! Kill! , lo svolgersi della trama richiama  film come Non aprite quella porta, per la delirante famiglia e la scena della cena , fino ad arrivare al torture porn lanciatode Eli Roth nel 2005dall’Hostel , per poi citere maesstri del genere come  Mario Bava Lucio Fulci (per la scena dell’estrazione del bulbo oculare) e Rob Zombie Bastard serial killer! Kill! Kill! non è solo  gioco di citazioni anche se la sceneggiatura è  costruita attorno ad un’idea  non originale, il corto è ben realizzato sotto il profilo registico e di editing, gli effetti  old style fanno bella figura , purtroppo  gli attori zoppicano risultando  forzati, senza però mai scadere in un’interpretazione amatoriale.

Redazione
the authorRedazione
iMOVIEZ Magazine
Per pubblicare un articolo o un annuncio inviare una mail a redazioneimoviez@gmail.com - iMOVIEZ magazine non ha nessun rapporto con le aziende e i privati che segnalano i casting, la redazione esercita un'azione di monitoraggio sui contenuti pubblicati sul nostro sito, ma non possiamo garantire la correttezza e l'affidabilità di annunci pubblicati/segnalati da terzi o prelevati da altre fonti. Invitiamo i nostri utenti a prestare sempre massima attenzione e a segnalarci eventuali problemi in merito a questo o altri annunci, inviandoci una e-mail."  
error: Contenuto protetto